S.O.S. Servizio Operativo Sanitario

La luce del giorno……

Non è facile trovare le parole per descrivere cosa è stata la nostra festa…Stamattina, dopo il meritato risposo notturno,  le luce del giorno ha un colore diverso.. Il cielo è ancora plumbeo ma guardando all’orizzonte, verso Sud-Ovest, nella zona dove ieri sera ci siamo incontrati per festeggiare i 20 anni di SOS, sembra che i raggi del sole vogliano farsi largo tra le nuovole…in maniera delicata, discreta…  come ad indicare “qui , ieri sera, si è celebrata la gioa…” Un turbine di emozioni spontanee, vere, intense ha accompagnato tutte le persone intervenute. Noi organizzatori, con l’occhio vigile allo svolgimento della serata ma attento a cogliere gli abbracci, gli occhi lucidi, i groppi in gola che non volevano ne scendere ne salire , queste emozioni le abbiamo viste, respirate fino al midollo… Avere dato a così tante persone l’opportunità di incontrarsi nuovamente o vivere anche solo per la prima volta la gioia di essere parte del SOS è la nostra più grande ricompensa…..Le parole di Don Flavio Bertoldi in chiesa hanno avuto l’effetto dirompente di un temporale estivo…Che ha colpito nella parte di noi che più amiamo, il nostro cuore…Il video di Bruno è penetrato in profondità, non solo dell’animo di chi l’ha conosciuto ed amato ma di tutti i presenti.

Mentre la mano corre sulla tastiera lo sguardo va ancora alla ricerca di quei raggi di sole all’orizzonte. Ora quei raggi si sono spostati un pò più a Nord, abbracciano anche le colline di Sona….dove c’è la casa del SOS e dove riposano Maria Elena , Elsa e Bruno…….

Sì… Oggi la luce del giorno ha un colore diverso……..