S.O.S. Servizio Operativo Sanitario

ESTOTE PARATI : siate pronti !

…..e assolutamente pronti sono stati i ragazzi del Gruppo Scout Lugagnano 1  che,  in una bellissima giornata tardo estiva, carichi di entusiasmo e partecipazione, si sono affiancati alla squadra di Protezione Civile di S.O.S. sperimentando la costruzione di un campo base.  L’obiettivo dichiarato era quello di mettere assieme le risorse di entrambe le organizzazioni, affiancando agli esperti operatori di PC ragazzi di tutte le età, provenienti tutti dall’ esperienza estremamente positiva e formativa del mondo dello scoutismo.

La cosa che impressiona sin dal primo impatto è la capacità di questi ragazzi di affrontare senza remore la necessità di mettersi a disposizione, a dare il proprio contributo, ad essere consapevoli del loro ruolo all’interno di una organizzazione, a non lesionare impegno e fatica fisica per aiutare la costruzione del campo. Il tutto accettando le indicazioni dei loro capi squadra e seguendo con attenzione le indicazioni degli esperti operatori con cui si trovavano a collaborare. Spiegando ai bambini più piccoli, che abbiamo imparato essere identificati con il nome di Lupetti, l’essenza dell’essere volontari a disposizione di chi ha bisogno, abbiamo scoperto con grandissimo piacere che il concetto di SERVIZIO agli altri trova radicamento sin dalla più tenera età all’interno del mondo Scout. Stupendo !

Dal sito dell’Agesci (www.agesci.org) scopriamo alcune intuizioni pedagociche di Lord Robert Baden Powell, che aveva indicato in “quattro punti” i fondamenti del metodo scout: “formazione del carattere, abilità manuale, salute e forza fisica, servizio del prossimo”, qualità semplici, ma necessarie per formare un uomo libero ed un buon cittadino.

Sono tante le affinità elettive e pratiche tra queste due mondi ! Nel mondo dello Scout, dai più piccoli a più grandi, si intravvede una proiezione nell’età adulta di futuri cittadini che , sulla scorta della bellissima esperienza di servizio e condivisione che stanno vivendo, potranno diventare futuri operatori sanitari o di protezione civile. Più generalmente potranno diventare operatori al servizio della comunità, perché tanti sono gli ambiti sociali in cui il volontariato costituisce una risorsa insostituibile.

Il Volontariato rappresenta un punto di riferimento per tanti giovani della nostra comunità e non solo, alla ricerca di valori di solidarietà, di lealtà, di impegno nel sociale. In questa ricerca si matura la consapevolezza che, nell’azione del volontario, c’è una reciprocità. L’aiuto disinteressato ad una persona bisognosa ed in difficoltà , determina nel volontario stesso una modificazione della percezione di se , trovandosi più ricco nell’animo per l’incontro avvenuto.

Folta e molto interessata la presenza, oltre che degli scout, anche delle famiglie. Momenti di condivisione così importanti scaldano il cuore…

Stupendo poi vedere lavorare assieme i tecnici di PC di S.O.S con le squadre di scout a loro assegnate, introducendole alle procedure di montaggio della tenda PMA, all’allestimento della cucina, all’utilizzo della radio per le comunicazioni del campo, alle tecniche di soccorso e ricerca dispersi.  Era come assistere ad una trasmissione in diretta di valori,  di esperienza di vita, di saggezza, di esempio nella praticità del lavoro….  Da un adulto ad un giovane ragazzo  o ad un bambino,  che in quel momento poteva rappresentare un figlio o un nipote…. Che bello !

Alla chiusura dell’esperienza tutti assieme sotto la tensostruttura, a condividere un buon piatto di pasta preparato dalla nostra cucina
e i manicaretti portati dalle famiglie.  Nel pomeriggio, mentre i tecnici di PC si dedicavano allo smontaggio delle strutture, gli scout proseguivano nella loro giornata di festa con i “passaggi” e con l’accoglienza dei nuovi lupetti.

Con molte persone si è condiviso il pensiero che , una esperienza di questo tipo, lascia il segno.. Sia in noi volontari di S.O.S. sia nei ragazzi scout. E’ una opportunità che va coltivata e colta in futuro se ci sarà la possibilità di ripresentarla.

E’ una occasione per condividere un percorso, seppur breve, di vita della comunità.

C’è un bisogno estremo di incontrarsi, di fare assieme esperienze, di confrontarsi, di mettere a fattor comune capacità, talenti, competenze, percorsi di vita, valori…….

Cari amici del Gruppo Scout di Lugagnano…. Grazie per averci dato questa grande opportunità !

 

Diamo la parola alle foto che , più di ogni altra cosa, danno l’idea delle emozioni di questa bellissima giornata…