S.O.S. Servizio Operativo Sanitario

Corso ILS (Immediate Life Support)

Il Centro Formazione IRC Verona, in collaborazione con il Centro IRC Ospedale San Paolo di Milano, organizza per il mese di novembre 2011 un corso ILS IRC.
DURATA DEL CORSO:
il corso dura 8 ore (intera giornata). FAI CLIK QUI PER SCARICARE IL PROGRAMMA
A CHI E’ DEDICATO:
Medici e studenti in medicina
Infermieri e studenti in scienze infermieristiche
ARGOMENTI TRATTATI
Gli argomenti centrali sono riassumibili in:
. Prevenzione e riconoscimento dell’arresto cardiaco
. BLS con tecniche di base
. Riconoscimento dei Ritmi dell’arresto e Defibrillazione precoce
. Conoscenza dell’Algoritmo Universale
. Gestione avanzata delle Vie aeree e conoscenza dei Farmaci principali dell’Algoritmo
Alcuni di questi argomenti (BLS; Vie aeree e Ventilazione; Monitoraggio, Ritmi e Defibrillazione) sono oggetto di valutazione che non avviene formalmente ma in itinere, cioè durante l’addestramento, in modo da ridurre tempi e stress.
ATTESTATI:
Alla fine del corso al superamento delle prove finali verrà rilasciato diploma di superamento del corso e crediti ECM.
PER INFORMAZIONI SUL CALENDARIO DEI CORSI, COSTI ED ISCRIZIONI:
S.O.S. – SERVIZIO OPERATIVO SANITARIO
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00
Tel 045 6081330 – Fax 045 6081000
COS’È UN CORSO ILS -Approfondimento
L’argomento del Corso è il trattamento dell’arresto cardiaco: purtroppo quest’evento drammatico nella maggior parte dei casi si conclude con la morte del paziente. Tuttavia un buon numero di arresti cardiaci è prevenibile se vengono riconosciuti alcuni segni e sintomi che lo precedono; inoltre se l’arresto è prontamente diagnosticato e trattato ha più probabilità di essere reversibile soprattutto se ne viene individuata e risolta la causa sottostante. Per tali motivi, pur non essendo un evento particolarmente frequente, è necessario essere in grado di gestirlo con rapidità e competenza.
Per dare una risposta a questa necessità, si è fatto un grande sforzo scientifico internazionale per raccogliere i dati più attendibili e sulla loro base sono state prodotte delle Linee Guida. Queste a loro volta sono state trasformate in Corsi di addestramento adatti a varie esigenze da parte di società scientifiche internazionali e nazionali (nel nostro caso rispettivamente European Resuscitation Council, ERC, e Italian Resuscitation Council, IRC) che ne certificano la validità.
In particolare, il Basic Life Support (supporto di base delle funzioni vitali, BLS) si rivolge al maggior numero di persone possibili compresi coloro che non svolgono professioni sanitarie ma che potrebbero avere una qualche occasione di prestare il loro aiuto ad una vittima in arresto cardiaco (i cosiddetti “laici”: forze pubbliche, insegnanti, familiari di pazienti a rischio, assistenti di volo, addetti alla sicurezza sul lavoro; speriamo “tutti” in un prossimo futuro). L’Advanced Life Support (supporto avanzato, ALS), invece, si propone di formare dei cosiddetti “team leader” in grado di conoscere e coordinare la gestione avanzata della rianimazione con l’uso di farmaci e dispositivi; si rivolge pertanto a quei sanitari che per ruolo e mansioni sono chiamati spesso sulla scena dell’arresto cardiorespiratorio.
Tuttavia, tra il “laico” ed il “team leader” è rimasta finora una terra di nessuno in cui si aggirano un po’ disorientati e trascurati tutti quegli operatori sanitari che, soprattutto in ambiente intraospedaliero, si possono trovare occasionalmente a soccorrere un paziente in arresto cardiaco senza però dover ricoprire il ruolo di “team leader”. In pratica costoro hanno le seguenti esigenze:
. saper capire se c’è rischio di arresto cardiaco imminente
. saper riconoscere l’arresto
. saper iniziare le manovre di base (BLS) allertando allo stesso tempo il sistema di soccorso avanzato (ALS) e richiedendo un defibrillatore
. conoscere gli algoritmi del trattamento avanzato per saper affiancare e aiutare il “team leader” (di solito il medico) e gli altri soccorritori ALS una volta che essi siano giunti sulla scena.
Per fare questo percorso (che viene descritto come “catena della sopravvivenza”) il corso BLS risulta troppo “stretto” mentre quello ALS è troppo “largo” in termini di obiettivi e di tempo da dedicarvi (dura due giorni e mezzo).
Il Corso ILS “Immediate Life Support” è nato in Gran Bretagna (paese che in Europa ha fatto da apripista nello sviluppo di corsi sull’emergenza ed in particolare di quelli sulla gestione dell’arresto cardiaco) con lo scopo di riempire questa lacuna formativa. E’ stato frequentato da più di 40.000 candidati nel Regno Unito.
Dura un giorno e presenta, attraverso un modulo didattico teorico-pratico, i contenuti e le abilità necessari a rispondere alle esigenze sopra riportate.
Per facilitare il massimo apprendimento possibile viene fornito un manuale che presenta tutti i contenuti del Corso.