Alle radici del SOS : intervista a Luca Apostoli – Atto I°

Foto Luca Apostoli

Luca Aspostoli – Socio Fondatore e attuale Segretario di SOS

 

Molte volte ci siamo chiesti o abbiamo sentito raccontare di come SOS nacque nell’ormai lontano 1990. Nei racconti dei soccorritori più anziani, attraverso le foto di quel periodo ormai sciupate dal tempo,  tra le schede di intervento conservate gelosamente nei nostri archivi, attraverso la testimonianza diretta di chi questa splendida creatura l’ha vista nascere ed ha vissuto in prima persona questa avventura…….

 

Ospitiamo oggi una intervista che ci trasmetterà in diretta le emozioni e i ricordi legati a quel periodo e a quei momenti. Luca Apostoli, memoria storica nonché socio fondatore, cercherà di raccontarci, attraverso i suoi ricordi e le sue emozioni, la genesi dell’Associazione.  L’intervista è curata da Alfredo Cottini.

 

 

Luca… Aprile 1990, Aprile 2010…

20 anni….Che brividi ! Che emozioni ! Mi sembra impossibile che sia passato così tanto tempo… Emozioni, passioni, sacrifici, cuore oltre l’ostacolo, soddisfazioni, gratificazioni, gioie, qualche delusione…..

 

Allora… Rischiara la voce, fai mente locale e lascia andare i ricordi così come vengono…..Ok ?

Ok !

 

Come è cominciata questa avventura ?

Quando nel 1989 la Consulta della Protezione Civile del Comune di Sona, presieduto dal compianto Sindaco Angelo Boscaini, venne a conoscenza della possibilità di disporre di una donazione privata di una famiglia di Sona per l’acquisto di una ambulanza, ci fu una mobilitazione generale per cogliere l’opportunità.

 

Chi era la famiglia e quale era il motivo ispiratore di questa scelta così importante ?

Si trattava della famiglia Cinquetti. Da poco tempo era scomparsa, causa malattia, Maria Elena, figlia di Bruno ed Emma Cinquetti e sorella del nostro Presidente Alberto. Nel dolore del momento, volendo fare un gesto concreto di solidarietà che potesse ricordare Maria Elena, la famiglia decise di destinare una somma ad una iniziativa di carattere sociale.

 

Quindi da una parte c’era la disponibilità di una donazione, dall’altra serviva una iniziativa verso cui destinarla…

Esatto. L’occasione della nascita della Consulta di Protezione Civile nel nostro Comune era una concomitanza di fattori quanto mai propizia per offrire un dono così prezioso all’altare del bene della nostra comunità.

 

Perché una ambulanza ?

Era attivo a Sona un gruppo di giovani , legati tra loro da amicizia, che svolgeva servizio di Volontariato di Primo Soccorso presso le varie croci allora esistenti a Verona, che aveva maturato nel corso degli anni una buona esperienza nell’emergenza sanitaria extraospedaliera. Il nostro territorio, ed in particolare la zona Ovest della Provincia di Verona in cui ci troviamo,  era diviso in due ULSS di competenza , con una precisa separazione territoriale : la ULSS 33 con sede a Villafranca e la ULSS 26 con sede a Bussolengo. Solo qualche anno più tardi ci fu la fusione in quella che è oggi è l’unica ASL 22. Il territorio del nostro Comune era alquanto scoperto dal punto di vista dell’assistenza sanitaria. Esisteva un gruppo di volontariato della Croce Verde di stanza a Sommacampagna, che difficilmente operava nel nostro comune stante la divisione tra le ULSS. Il 118 non esisteva ancora : era operativa la centrale di Verona Emergenza, che riceveva solo le chiamate di soccorso provenienti dalla città. La provincia era terra di nessuno. Solo a partire dal 1992 verrà istituito il numero unico 118 con competenza provinciale. Il connubio tra la disponibilità di una donazione, l’esigenza del Comune di Sona di attivare un servizio rivolto alla comunità, l’esperienza, la preparazione e la voglia di un gruppo di ragazzi di creare qualcosa di nuovo si rivelò “fatale” e vincente : poteva prendere vita il sogno……

 

Gli ingredienti erano garantiti… Da lì in poi ?

I primi incontri si svolsero a casa di Bruno Cinquetti.. Parlare di Bruno ancora oggi mi muove una grande emozione. Grande uomo, di quelli di altri tempi : generoso, di grande animo, onesto fino all’osso, energico, deciso, concreto. Tutti ingredienti che servivano a dare corpo a questa avventura. Con grande praticità e concretezza Bruno raccolse la sfida e fece anche un grande atto di fiducia : diede la possibilità ad un gruppo di sognatori di costituire una nuova associazione di Primo Soccorso a Sona. Nel Dicembre 1989 iniziarono le grandi manovre per la costituzione. Il Comune svolse la sua parte fondamentale mettendo a disposizione uno spazio da eleggere come sede operativa: all’ultimo piano dello stabile situato in via Roma 20 (a pochi metri dall’attuale sede in direzione del Bosco di Sona) il sogno acquisiva la concretezza di uno spazio fisico, piccolo ma accogliente… E soprattutto riscaldato dalla nostra passione.

 

Foto di Bruno Cinquetti

 

Al centro della foto l’indimenticato ed indimenticabile Bruno Cinquetti.Al suo fianco la moglie Sig.ra Emma 

 

Quindi : gruppo fondatore attivo, costituzione avviata, sede assegnata… Mancava un pezzo fondamentale… l’ambulanza

Ricordo ancora i viaggi in auto con Bruno a Bologna presso la carrozzeria Grazia per seguirne l’allestimento…. Le chiacchierate con Bruno ti riscaldavano il cuore… (la voce di Luca diventa un pò incerta, sinonimo di emozione…gli occhi diventano un pò lucidi…ndr) Di nuovo l’impegno della famiglia Cinquetti e poi della famiglia Dalla Rosa per l’acquisto del primo defibrillatore… La creatura stava prendendo forma…. La dedica di quella che sarebbe stata la mitica FOX 1 non poteva che essere rivolta ad un’unica persona : Maria Elena. Dalla tragicità nella sua scomparsa e dalla volontà di onorarne la memoria nasceva un progetto umano straordinario : IL SOS DI SONA !

 

Foto Fox 1

 

Stupendo… Una creatura che sta maturando e si sta preparando a vedere la luce..

Esatto ! Proprio come un vero e proprio parto !

 

E la nascita di questa creatura ?

Il 19 aprile 1990 davanti al notaio Androvetto, che prestò gratuitamente la sua opera, avvenne la costituzione. Mi piace ricordare con affetto tutti i soci costituendi :

Cinquetti Alberto, Apostoli Luca, Giardini Vittorio, Spada Domenico, Cristini Roberto, Laorno Giovanni, Baldo Sandro, Caleffi Aldo, Aldrighetti Michelangelo, Lamberti Umberto, Camino Giuseppe, Farina Renato, Stevanoni Dario, Sala Luigi, Parise Fernando, Costa Mario, Trazzi Paolo, Tosoni Angelo, Turrini Luigi, Faccioli Vittorio, Boscaini Angelo… Soci onorari Cinquetti Bruno e Cinquetti Maria Elena… Una grande giornata ! Un’altra data da ricordare :

 

sabato 21 luglio il primo servizio ! Equipaggio: autista Ivano Benedetti, Sabrina Butturini, Gaetano Tomezzoli

 

Il medico non c’era ancora……

 

(continua)