Aggiornamento Abruzzo

Cari soci,

con la presente per allinearvi sull’evolvere della situazione nelle zone terremotate.

C’è stata una evoluzione rispetto alla nostra ultima comunicazione. Oggi il nostro PMA è entrato in funzione nella località di Pianola, a 4,5 Km dall’Aquila. Rappresenta il PMA del campo base della Regione Veneto e il punto di riferimento sanitario di 8 campi di accoglienza sparsi nelle imemdiate vicinanze. Il nostro compito è diventato quindi anche e soprattutto di natura sanitaria, coordinata dal dipartimento di P.C. e dalle autorità sanitarie sul luogo. La novità sostanziale è che tale configurazione diventerà stanziale e definitiva a tempo indeterminato, fino a quando la situazione logistica dei terremotati non avrà raggiunto una stabilizzazione. Quindi il nostro PMA rimarrà in pianta stabile in zona per parecchio tempo. Si prevedono tempi medio lunghi.



Quale impatto avrà ciò sulla nostra organizzazione ? La Provincia di Verona ha richiesto a noi in prima battuta e a Croce Bianca e Crove Verde in seconda di farsi carico del presidio del PMA e delle esigenze sanitarie sul territorio individuato. Da un punto di vista logistico ciò significa che, a partire dalla prossima settimana, SOS dovrà garantire una turnazione settimanale di 4 volontari che, assieme ad altrettanti volontari di Croce Verde e Croce Bianca, garantiranno il presidio H 24. Tutto ciò con una definizione temporale non chiara, ma probabilmente lunga. Il primo avvicendamento con il nostro primo contingente avverrà già Sabato con la sostituzione di 3 persone, e da Lunedì prossimo altre ulteriori 4 persone. In tempi brevi i primi partiti torneranno a casa.


Si renderà successivamente necessaria l’organizzazione delle squadre che, nelle settimane/mesi successive/i, si alterneranno nel servizio sul luogo. Abbiamo chiesto a tutte le persone di indicare la propria disponibilità via mail, in modo da dare la possibilità a chi organizza la turnazione di avere un quadro chiaro delle forze in campo e soprattutto di organizzare per tempo la turnazione dei volontari. Allo scopo abbiamo creato il nuovo indirizzo di posta elettronica sosabruzzo@sos-sona.it, dal quale transiteranno tutte le informazioni inerenti l’argomento e sul quale dovranno confluire le disponibilità dei soccorritori da qua in avanti. La disponibilità di coloro che hanno già mandato comunicazione all’indirizzo amministrazione@sos-sona.it saranno ovviamente tenute in considerazione. Ricordo di indicare, oltre alle generalità, la propria disponibilità in termini di giorni e di periodo.

Il direttivo si sente in dovere di fare alcune considerazioni e, soprattutto, fare alcune raccomandazioni :

1) chi si reca in Abruzzo lo fa sempre e comunque rappresentando l’Associazione e non se stesso. La voglia di rendersi utile non deve mai travalicare la reale motivazione per cui si va là : non deve prevalere l’ego personale aldisopra delle scelte che, il comitato organizzatore e il direttivo, fanno di volta in volta sulla scelta di chi mandare e di quando mandare. Siamo là principalmente per prestare soccorso a persone in estrema difficoltà

2) non a prese di posizione sulle scelte che vengono fatte, no a rimostranze futili su chi va, chi non va, perchè lui si e me no… e via dicendo. Delle persone sono state incaricate di decidere e la loro decisione è indindacabile. Per le richieste di spiegazione e gli sfoghi personali ci sarà tempo in un secondo momento. Prima viene la missione a cui siamo stati chiamati a far fronte, poi il singolo.

3) sul luogo ci sono ruoli e responsabilità ben definite. Tutti sono chiamati a rispettarli e tutti sono chiamati a svolgere il proprio compito con impegno, spirito di sacrificio e capacità di adattamento

4) c’è spazio per tutti coloro che hanno dato la loro disponibilità. Pazienza e soprattutto… un pò di umiltà

5) ci sono da coprire i servizi vacanti lasciati da chi parte. Anche chi si rende più disponibile qua rende un servizio alle popolazioni terremotate

A breve convocheremo una assemblea straordinaria dei soci, nella quale faremo un punto della situazione e vi ragguaglieremo con gli ultimi sviluppi. La situazione è in continua evoluzione, ma non può che essere così vista la vastità dell’evento.

Nel frattempo via mail cercheremo di darvi notizie fresche.


Un caro saluto a tutti.
Il Direttivo